Gli arabi definirono i Nebrodi "un'isola nell'isola". Boschi lussureggianti, verdi pascoli d'alta quota, placidi laghi e torrenti fluenti sembrano contrastare con l'immagine più comune di una Sicilia arida ed arsa dal sole. Un paesaggio naturale che nei secoli si è trasformato in un fervido e operoso paesaggio culturale; proprio la cultura del gusto, il rispetto del territorio, la salvaguardia delle tradizioni legate alla lavorazioni delle carni dei suini neri autoctoni hanno trasferito fino ai nostri giorni le ricette di salumi di grande eccellenza.

Le zone del Nero dei NebrodiIn un giusto mix di storia delle tradizioni contadine e delle più moderne attrezzature per il sezionamento, la lavorazione delle carni fresche e la loro conservazione, grazie ad un attento controllo di filiera, prendono forma e sapore i salumi della tradizione santangiolese e nazionale...
I suini neri utilizzati dall'Industria Salumi S. Angelo S.r.l. appartengono alla razza autoctona dell'area geografica dei monti Nebrodi; sono iscritti al Registro Anagrafica del suino nero siciliano (legge 3 agosto 1999 n. 280) tenuto dall'ANAS e vengono identificati secondo le modalità previste dalle norme tecniche dello stesso.

Sono nati, cresciuti ed allevati nell'area dei monti Nebrodi in "Plein Air" e provengono da allevamenti selezionati facenti parte del "Consorzio di Suino Nero dei Nebrodi" del quale l'Industria Salumi S. Angelo S.r.l. fa parte in qualità di socio trasformatore. Salami, Guanciale, Lardo di Suino nero e soprattutto il Prosciutto Crudo che sta ottenendo il riconoscimento DOP, sono i prodotti che danno luce ad un marchio d'eccellenza come l'Antica Salumeria del Castello. Questa è la luce del Nero.